Licenziamento durante il divieto fino al 31.12.2020: diritto alla NASpI

Il lavoratore che sia stato licenziato per giustificato motivo oggettivo (ragioni economiche, soppressione del posto di lavoro etc.) durante il blocco dei licenziamenti (art. 46 D.L. 18/2020 c.d. Decreto Cura Italia) ha comunque diritto a percepire l’indennità di disoccupazione (c.d. NASpI).

Non rilevano valutazioni in ordine alla validità ed efficacia del licenziamento, come confermato dall’INPS con il messaggio n. 2261/2020.

In questi casi, è bene sapere che la NASpI verrà erogata con riserva di restituzione nell’ipotesi in cui il lavoratore, a seguito di impugnazione giudiziale o stragiudiziale, dovesse essere reintegrato nel proprio posto di lavoro.

In ques’ipotesi, il lavoratore è tenuto a comunicare all’INPS, attraverso il modello NASpI-Com (reperibile al link http://bit.ly/ModelloNASpI), l’esito del contenzioso con il datore.

La NASpI dovrà essere restituita anche nel caso in cui il datore di lavoro decida di esercitare la facoltà di revoca del licenziamento: in questo caso sarà onere del dipendente riprendere la propria attività lavorativa.

Ricordiamo a tutti che la richiesta di NASpI può essere presentata tramite il portale INPS accedendo al seguente linkhttp://bit.ly/RichiestaNASpi

Hai dubbi o vuoi metterti in contato con noi?

Scrivici a puntolegaletov@gmail.com oppure inviaci un massaggio su Whatsapp al +39 327 219 1488

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: